Nik: Edo
Nome: Edoardo
Cognome: Spadoni
Età: 16 anni
Città: Viterbo

Sponsor:
Quiksilver / BlackWave / BlackMagic / Liquido Surf

Quiver:
BlackMagic Surfboards 5.4 / 5.5 / 5.8 – Custom

Migliori Risultati:
2017: 2° posto Campionato Italiano U 16
2016: 1° posto Campionato Italiano U 14
2014: 2° posto Campionato Italiano U 12

I contest prestigiosi:
2016: 1° posto U14 Rip Curl Grom Search Levanto
2015: 2° posto U 14 Rip Curl Grom Search S. Marinella

Ciao, mi chiamo Edoardo e abito a Viterbo.

Ho iniziato a surfare ad Anzio, avevo circa 8 anni quando mio padre, che già andava in longboard con i suoi amici, mi comprò uno spugnone della triboard con il quale entravo in acqua ogni volta che c’erano delle ondine ma solo d’estate; poi l’anno successivo iniziai ad usare un fish 6,0  che mio padre aveva e mi divertivo tantissimo tanto che i miei genitori mi comprarono una muta 5.4.3 per poter surfare anche in inverno e uno degli amici di mio papà mi regalò una usatissima tavola X 5.10, sostituita con una 5.0 con cui provai a fare la mia prima gara Fregene, vincendo nel luglio del 2014. Quell’anno feci la mia prima esperienza surfistica all’estero, in Portogallo, dove iniziò la mia amicizia con Alessandro Venturini con cui  viaggio e surfo ancora sempre insieme.

Quell’anno fu un’esperienza unica: il surf shop di Viterbo, Liquido Surf, cominciò a supportarmi e con loro e mio padre andammo al Pro France, ospiti in tribuna per assistere alle gara.

L’anno successivo sentivo il bisogno di un coach che mi aiutasse a progredire ed iniziai ad allenarmi con Nicola, fui uno dei primi del gruppo se non il primo e migliorai molto sulle onde di Levanto e Forte dei Marmi ed ecco iniziato il percorso che mi ha portato nel Pro Team di BlackWave.

Vivere le esperienze all’estero, e iniziare ad allenarmi con Nicola mi hanno portato a considerare il surf una delle parti importanti della mia vita, da condividere con gli altri amici fuori e dentro l’acqua.

La mia vita di atleta è complicata: vivere a Viterbo, lontano dal mare, non mi permette di surfare quanto vorrei: infatti non basta che ci siano delle onde: ci deve essere anche la possibilità che mio padre sia libero per potermi portare, sempre se io non abbia molto da studiare per il giorno dopo.

A questo aggiungo anche il problema degli spot di qualità (pochi e sempre più affollati), per questo cerco di andare il più possibile all’estero: a fare dei surfcamp con Blackwave nei quali ci allena Nicola, o a girare video con i miei compagni del team Quiksilver(Italia) che mi sponsorizza da 2 anni, o semplicemente con gli amici.

Mi alleno in acqua surfando ma soprattutto fuori dall’acqua, facendo esercizi specifici in palestra sia di potenziamento sia di scioglimento per migliorare il mio surf.

Ringrazio molto California Sport Italy che mi da la possibilità di far parte del team Quiksilver, i ragazzi di Blackwave in particolare Stefano, grande organizzatore dei camp o delle giornate di allenamento, il surfshop di Viterbo LiquidoSurf per aver sempre creduto in me supportandomi fin da subito, Nicola che mi allena e mi da sempre ottimi consigli oltre alla sua amicizia e più di tutti i miei genitori che mi sostengono sempre.

X