Nikname: FACE
Nome: MARCO
Cognome: FACCIANO
Età: 33
Città: TORINO

Anni di surf: 5

Tavola preferita: DA PRANZO

Spot preferito: SOUTH MOROCCO

Cos’hai in frigorifero adesso: YOGURT, caffè, burro, marmellata e tonnellate di parmigiano

A cosa stai pensando: CHE IERI SERA HO BEVUTO TROPPO MA OGGI HO SPACCATO LO STESSO IL SUPER PIPE A MERIBEL

Quiver:
Al Merrick Sampler 6.0
Tutte le tavole BW

Migliori Risultati: mai affogato ne ripescato

I contest prestigiosi: non faccio contest

Ciao, mi chiamo Marco e sono originario di Torino.

Prima di conoscere il surf il mare era un’inutile pozzanghera in fondo alle montagne dove passavo l’inverno in snowboard, ma anche l’ estate sempre in snowboard o in down-hill. Ogni tanto scendevo fino in campagna per fare motocross ma il mare nn era una opzione divertente.

Adesso che gioco con le onde vivo a Chiavari dove si è trasferita la mia famiglia al completo.

In BlackWave ho trovato un gruppo di amici che mettono anima e cuore per offrire un servizio eccellente, in un campo molto difficile in quanto non siamo sull’oceano e ogni tanto il surf o lo skate vengono guardati con un pelo diffidenza dalla popolazione italiana. Ma a Recco io vedo un sacco di bambini, ragazzi e adulti che giocano con le onde in allegria o che scorazzano in piazza o sulla nostra rampa che il comune ci ha gentilmente concesso di ubicare in spiaggia. E sembra la California, davvero…

Sport e comunicazione sono da sempre il mio campo, dall’università, Scienze Motorie, al mio lavoro invernale, maestro di snowboard in Francia. Ho anche insegnato educazione fisica in una scuola elementare e lavorato come Kinesiologo in una residenza per anziani, penso che lo sport sia fondamentale, divertente, stimolate, educativo e che lo si possa praticare a qualsiasi età a patto solo di divertirsi.

Il surf è una cosa fantastica. Sano, nuotare fa bene e al massimo si fa un bagno inalando acqua salata dal naso che fa sempre bene. Non è stressante come il fisico come lo è lo snowboard anche in assenza di cadute. Il costo è decisamente meno elevato di altri sport, offre una scusa per viaggiare e vedere posti fantastici. É una sfida col mare, un elemento che non possiamo vincere e che quindi ci permette un confronto e una progressione personale, sia a livello mentale sia fisico, costante e infinita.

X