Rufo Baita

Nikname: Rufool
Nome: Rufo Massimo
Cognome: Baita
Età: 12
Città: Roma

Anni di surf: 9

Tavola preferita: Arakawa  amplifire 5’0″

Spot preferito: Toes e Kaisers ad Oahu

Cos’hai in frigorifero adesso: Patanegra, Brownies e l’amatriciana per stasera

A cosa stai pensando: al mio prossimo surftrip mentre batto i miei amici a Rainbow six siege

Quiver:
Arakawa Amplifire 5’0″
Pyzel super grom 5’0″
Arakawa Amplifire 4’11”

Sponsor:
Rip Curl
Surfclash
MFC Hawaii
Mormaii sunglasses
ADE Shoes

Migliori Risultati:
Campione Italiano 2017 U12
Campionato italiano juniores 2017 Quicksilver Cup 1°class. U12
Campionato italiano Juniores  2017 Point break Cup 2° class. U12
Campionato italiano Juniores 2018 Quicksilver Grom contest 3°class U14
Levanto La Gritta grom contest 2018 3° class. U14

I contest prestigiosi:
Matta game on invitational 2018 U13

Ciao mi chiamo Rufo Massimo Baita, vivo a Roma e sono nato il 13 settembre 2005. Fin da piccolo i miei genitori mi hanno tramandato l’amore per il mare. Proprio per questo mi hanno messo su una tavola da surf all’età di solo 3 anni. Mi ci sono appassionato subito e credo sia perché anche da piccolo ho sempre viaggiato tanto: Hawaii, Fuerteventura, Barbados, Portogallo… Ho anche surfato le Wave pool di Dubai e Tenerife e, sinceramente, non vedo l’ora di rifarlo. O meglio non vedo l’ora  di surfare la piscina di Kelly!!! Il surf e’ la mia più grande passione, ma non e’ l’unica, pratico tanti altri sport e amo guidare, o il mio quod sulle dune del mio home spot  od il kart in pista. Tornando al surf, ancora oggi vado alle Hawaii ogni estate, ho cominciato quando avevo 11 mesi ed e’ ovviamente il mio posto preferito al mondo. Da bambino fino all’età di 10 anni non ero interessato alle gare principalmente perché credevo che fossero solo fonti di ansia e preoccupazione: ero solo un free-rider. Mi ricordo che la tavola che cambiò totalmente il mio stile la ricevei come regalo a 9 anni ed era la tavola di un mio caro amico anche se più grande di me: Mauro Pacitto. Da quel momento cominciai ad interessarmi molto lentamente alle gare di surf. Fu così che decisi di partecipare al campionato italiano under 12. La prima tappa si svolse al Point Break di Fregene e arrivai 2º, mentre la seconda si svolse a Viareggio dove arrivai 1º e mi aggiudicai il titolo di campione italiano under 12 del 2017. Quell’estate andai anche al “Groms Surfcamp di Hossegor” organizzato da Nicola Bresciani. Proprio grazie a lui riuscii ad entrare nel “Pro Team” di Blackwave: un progetto fantastico e ben organizzato che attraverso vari incontri con Nicola Bresciani raggiunge lo scopo di migliorare 

nell’ambito del surf ma anche della crescita di ogni suo partecipante. Grazie al Pro Team ho potuto conoscere tanti altri ragazzi che come me amano questo sport ed ho avuto la possibilità di surfare le migliori onde d’Italia. Nel futuro il mio obbiettivo é di migliorare divertendomi per poi poter viaggiare e surfare nuove onde, questo perché ogni onda é una nuova esperienza e ogni esperienza é buona per migliorare, come uomo e come surfista.

X